Sviluppo Presidio Ospedaliero del Camerun

Vicepresidente commissione parlamentare per l'infanzia e vicepresidente osservatorio parlamentare per il turismo VII commissione cultura e scienza e istruzione

Il Presidente de IL VOLO in data 05/02/2014 ha avuto un incontro con l'On.Gabriella Carlucci per disquisire in merito allo sviluppo del Presidio ospedaliero del Camerun

 
Protocollo d'intesa tra IL VOLO e FIABA

14 Marzo 2013

L'Arch. Claudio Paccanaro e il presidente Giuseppe Trieste di FIABA hanno firmato un protocollo d’intesa al fine di sviluppare sinergie con l'obiettivo primario dell'abbattimento delle barriere culturali e fisiche che impediscono qualità di vita e pari opportunità per tutte le persone.

Il VOLO Onlus in concerto con FIABA Onlus a tal proposito costituirà un'opportunità di gruppo di lavoro sulle problematiche della tutela delle parità e pari opportunità per tutti i cittadini, al fine di creare azioni efficaci volte alla concretizzazione delle rispettive missioni che hanno scopi e finalità ricche di punti di coerenza.

Vedi i documenti:
Protocollo d'Intesa

Incarico Onorifico
Nomina Messaggero

 
Perchè l'Associazione il Volo

Sono 813 mila gli invalidi del lavoro italiani, quelli che aumentano al ritmo di 27 al giorno, quelli che hanno avuto la "fortuna" di essersi fatti abbastanza male da meritare una rendita dell'Inail, sono come bambini. E aspettano che qualcuno riconosca la loro condizione e li riconsegni alla vita adulta. Alla vita lavorativa. Ma non succede quasi mai. In un Paese da 1.300 morti sul lavoro all'anno, loro sono i "non caduti". I più gravi di quei 4 mila sopravvissuti quotidiani agli incidenti nei cantieri e in fabbrica (un milione e mezzo di feriti l'anno), scampati al tritacarne del giorno lavorativo medio.

Un costo sociale immenso. Che l'Anmil, l'Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, ha quantificato nella cifra di 40 miliardi di euro l'anno. I non caduti sono quelli che spendono migliaia di euro lottando per anni contro le compagnie di assicurazione che non vogliono indennizzarli, e contro l'Inail che valuta al ribasso le loro percentuali di invalidità. Sono quelli che si svegliano di notte con gli incubi e vanno a letto con la tachicardia, dopo aver sostenuto la solita seduta con lo psicologo e aver preso i soliti calmanti. "Non sto mai bene, mi sento sempre rigido, ho dolori dappertutto" lamenta...

Aiutaci ad aiutarli nel loro percorso di inclusione lavorativa!

 

 

 

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi5
mod_vvisit_counterIeri47
mod_vvisit_counterQuesta settimana5
mod_vvisit_counterScorsa settimana311
mod_vvisit_counterQuesto mese193
mod_vvisit_counterScorso mese1236
mod_vvisit_counterTutti i giorni53654